Connect with us

Linux

Come montare e gestire dispositivi di archiviazione esterni su Ubuntu


EI dispositivi di archiviazione esterni, come unità USB, dischi rigidi esterni e schede SD, sono utili per archiviare e trasportare grandi quantità di dati. Questi dispositivi sono disponibili in diverse forme e dimensioni, da unità USB piccole e portatili a dischi rigidi esterni più grandi in grado di archiviare terabyte di dati.

Uno dei principali vantaggi dell’utilizzo di dispositivi di archiviazione esterni è la possibilità di trasferire rapidamente i dati tra diversi computer e dispositivi. Ad esempio, potresti utilizzare un disco rigido esterno per spostare file di grandi dimensioni tra il computer di lavoro e il computer di casa o un’unità USB per condividere file con amici e colleghi.

L’utilizzo di dispositivi di archiviazione esterni con Ubuntu consente di espandere rapidamente la capacità di archiviazione, eseguire il backup di file importanti e trasferire dati tra dispositivi diversi.

In questo articolo, ti mostreremo come montare e gestire dispositivi di archiviazione esterni su Ubuntu in modo da poter sfruttare tutti i loro vantaggi. Che tu sia un principiante di Ubuntu o un utente esperto, imparerai tutto ciò che devi sapere per utilizzare in modo sicuro ed efficiente i dispositivi di archiviazione esterni con il tuo sistema Ubuntu.

Comprensione dei nomi dei file dei dispositivi (/dev/sda, /dev/sdb, ecc.)

Prima di addentrarci nel processo di montaggio dei dispositivi di archiviazione esterni in Ubuntu, è importante capire come questi dispositivi vengono identificati all’interno del sistema.

In Ubuntu (e altri sistemi operativi basati su Linux), ogni dispositivo di archiviazione è rappresentato da un file di dispositivo nella directory /dev. Questi file sono denominati in base al tipo di dispositivo e all’ordine in cui il sistema li ha rilevati. Il primo dispositivo è in genere denominato /dev/sda; il secondo si chiama /dev/sdb e così via.

Il dispositivo/dev/sda di solito si riferisce al disco rigido interno in cui è installato Ubuntu. Questo dispositivo è in genere suddiviso in diversi dispositivi più piccoli, ciascuno con il proprio file system e punto di montaggio. Al collegamento di un dispositivo di archiviazione esterno verrà generalmente assegnato il seguente file di dispositivo disponibile (ad esempio, /dev/sdb, /dev/sdc, ecc.).

È importante notare che il nome esatto del file del dispositivo di un dispositivo di archiviazione esterno può variare a seconda di diversi fattori, come il tipo di dispositivo, l’ordine in cui è stato connesso e qualsiasi altro dispositivo attualmente connesso al sistema. Per trovare il nome del file del dispositivo di un dispositivo specifico, puoi utilizzare il comando “lsblk” nel terminale, che ti mostrerà un elenco di tutti i dispositivi di archiviazione rilevati insieme ai nomi dei file del dispositivo e ai punti di montaggio.

comando lsblk

comando LSBLK

Montaggio di dispositivi di archiviazione esterni su Ubuntu

A seconda delle tue preferenze e del dispositivo che stai utilizzando, esistono diversi metodi per montare dispositivi di archiviazione esterni su Ubuntu. Ecco alcuni dei metodi più comuni:

Metodo 1: utilizzo del file manager per montare su Ubuntu

Il file manager in Ubuntu (Nautilus) fornisce un modo conveniente per montare dispositivi di archiviazione esterni.

Passo 1. Collega il tuo dispositivo di archiviazione esterno al tuo sistema Ubuntu tramite USB o un’altra connessione, come una porta per scheda SD.

Passaggio 2. Apri il file manager (Nautilus) facendo clic sull’icona “File” nel dock o utilizzando la funzione di ricerca nella panoramica delle attività. Il tuo dispositivo di archiviazione esterno dovrebbe apparire automaticamente nella barra laterale del file manager sotto “Dispositivi”. Se non viene visualizzato, fai clic su “Altre posizioni” nella barra laterale e cerca il dispositivo in “Dispositivi” o “Dispositivi rimovibili”.

Passaggio 3. Fare clic sul dispositivo nella barra laterale per montarlo. Se richiesto, inserisci la tua password per autenticare il montaggio.
Una volta montato il dispositivo, puoi accedere ai suoi contenuti facendo clic su di esso nella barra laterale. Il contenuto del dispositivo dovrebbe essere visualizzato nell’area principale della finestra del file manager.

montare unità di archiviazione esterne

Monta unità di archiviazione esterne

Passaggio 4. Per smontare il dispositivo, fare clic con il pulsante destro del mouse sul dispositivo nella barra laterale e selezionare “Espelli” o “Smonta”. In alternativa, puoi scollegare il dispositivo dal tuo sistema Ubuntu (dopo esserti assicurato che tutti i file su cui hai lavorato siano salvati e chiusi).

Metodo 2. Utilizzo del terminale per montare dispositivi di archiviazione esterni su Ubuntu

passo 1. Collega il tuo dispositivo di archiviazione esterno al tuo sistema Ubuntu tramite USB o un’altra connessione.

Passaggio 2. Apri il terminale premendo Ctrl + Alt + T o utilizzando la funzione di ricerca nella panoramica delle attività.

Passaggio 3. Digitare il comando seguente nel terminale e premere Invio.

sudo fdisk -l

Questo elencherà tutti i dispositivi di archiviazione disponibili sul tuo sistema, incluso il tuo dispositivo di archiviazione esterno. Cerca il tuo dispositivo di archiviazione esterno nell’elenco e prendi nota del nome del dispositivo, che dovrebbe essere qualcosa come /dev/sdb1.

comando fdisk

Comando FDISK

Mancia: Abbiamo collegato due unità esterne al nostro sistema Ubuntu. Ecco perché puoi vedere i percorsi: /dev/sdb e /dev/sdc. Monteremo il dispositivo /dev/sdb, un’unità flash da 16 GB.

Passaggio 3. Creare una directory in cui si desidera montare il dispositivo di archiviazione esterno. Ad esempio, puoi creare una directory chiamata “my_external_drive” nella tua home directory digitando il comando seguente nel terminale e premendo Invio.

mkdir ~/my_external_drive
creare una directory di montaggio

Crea una directory di montaggio

Passaggio 4. Digitare il seguente comando nel terminale per montare il dispositivo di archiviazione esterno:

sudo mount /dev/sdb1 ~/my_external_drive

Sostituisci /dev/sdb1 con il nome del dispositivo di archiviazione esterno e ~/my_external_drive con il percorso della directory che hai creato nel passaggio precedente. Se richiesto, inserisci la tua password per autenticare il montaggio.

Mancia: Dall’immagine sopra, noterai che abbiamo /dev/sdb e /dev/sdb1. /dev/sdb si riferisce all’intero dispositivo disco, che può avere più partizioni, mentre /dev/sdb1 si riferisce alla prima partizione sul disco. Quando si lavora con il comando mount su Ubuntu (o qualsiasi altra distribuzione Linux), in genere si monta una partizione anziché l’intero dispositivo. Quindi, sarebbe meglio montare/dev/sdb1 invece di /dev/sdb.

Passaggio 5. Una volta montato il dispositivo, dovresti essere in grado di accedere ai suoi contenuti navigando nella directory in cui lo hai montato, in questo caso, ~/my_external_drive.

montare l'unità in una directory

Monta l’unità in una directory

Passaggio 6. Per smontare il dispositivo, digitare il comando seguente nel terminale e premere Invio.

sudo umount ~/my_external_drive

In alternativa, apri il file manager e fai clic sul pulsante “freccia su” accanto al tuo dispositivo.

smontare l'unità

Smonta l’unità

Mancia: tenere presente che il comando mount potrebbe richiedere opzioni o parametri aggiuntivi a seconda del tipo di file system sul dispositivo di archiviazione esterno, ad esempio specificando il tipo di file system (-t) o montare il dispositivo in sola lettura (-o to). Puoi anche usare il comando man mount per ottenere maggiori informazioni sul comando mount e le sue opzioni.

Metodo 3. Monta in modo permanente la memoria esterna su Ubuntu

Quando si desidera utilizzare regolarmente un dispositivo di archiviazione esterno, può essere utile configurare Ubuntu per montarlo ogni volta che si avvia automaticamente il computer. Ciò può essere ottenuto modificando il file /etc/fstab file. Segui i passaggi seguenti.

Passaggio 1. Trova l’UUID del dispositivo

Tipo sudo blkid nel Terminale per visualizzare un elenco di dispositivi di archiviazione collegati e i relativi UUID. Lavoreremo con il /dev/sdb dispositivo in questa sezione.

uuid del dispositivo

UUID del dispositivo

Passo 2. Crea un punto di montaggio

Decidi dove montare il dispositivo (es. /media/mydrive). Crea una directory in quella posizione usando il file mkdir comando

sudo mkdir /media/mydrive

Passo 3. Modifica il file /etc/fstab file

Aprire il file con privilegi di superutente (ad es. sudo nano /etc/fstab). Aggiungi una nuova riga alla fine del file nel seguente formato:

UUID=<device UUID> <mount point> <file system type> <mount options> <dump> <pass>
  • Sostituisci con l’UUID del dispositivo che vuoi montare
  • Sostituisci con la posizione del punto di montaggio creato nel passaggio 2
  • Sostituisci con il tipo di file system del dispositivo (ad es. ntfs, ext4)
  • Sostituisci con eventuali opzioni aggiuntive che desideri specificare, separate da virgole (ad es. rw,noatime)
  • Lascia e come 0 per la maggior parte dei casi

Dovresti avere un comando simile alla riga qui sotto.

UUID=73ED-1E1F /media/mydrive FAT32 defaults 0 2
montare l'unità in modo permanente

Unità montata in modo permanente

Passo 4. Salva ed esci dal file

Premi Ctrl+X, quindi Y per salvare e Invio per uscire

Passaggio 5. Testare il supporto

Per testare la montatura, eseguire il comando seguente.

sudo mount -a

Se non ci sono errori, il dispositivo deve essere montato nella posizione specificata.

Mancia: Se stai lavorando con un filesystem come FAT32, potresti riscontrare l’errore: “mount: /media/mydrive: tipo di filesystem sconosciuto ‘FAT32′”.

È necessario installare il pacchetto del file system per montare un file system FAT32 su Ubuntu. Per fare ciò, esegui il seguente comando:

sudo apt-get install dosfstools

Una volta installato il pacchetto, puoi provare a montare nuovamente il dispositivo eseguendo il comando sudo mount -a. Se il dispositivo non è ancora montato, puoi provare a specificare esplicitamente il tipo di file system utilizzando l’opzione -t, in questo modo:

sudo mount -t vfat /dev/sdb1 /media/mydrive

Configura le autorizzazioni per i dispositivi montati

Dopo aver montato un dispositivo di archiviazione esterno su Ubuntu, potrebbe essere necessario regolare le autorizzazioni dei file per controllare chi può accedere ai file sul dispositivo. Per impostazione predefinita, il proprietario dei file è l’utente che ha montato il dispositivo e altri utenti potrebbero non disporre dell’autorizzazione per accedervi.

Per configurare le autorizzazioni per un dispositivo montato, è possibile utilizzare il comando “chmod” seguito dalle impostazioni di autorizzazione desiderate. Ad esempio, per concedere il permesso di lettura e scrittura a tutti gli utenti, puoi usare il comando:

sudo chmod a+rw /mnt/mydrive

Questo comando concede il permesso di lettura e scrittura a tutti gli utenti per la directory “/mnt/mydrive” (sostituisci “/mnt/mydrive” con il punto di montaggio effettivo del tuo dispositivo).

È inoltre possibile utilizzare il comando “chown” per modificare il proprietario e il gruppo del dispositivo montato e il comando “chgrp” per modificare il gruppo. Ad esempio, per modificare il proprietario di “/mnt/mydrive” nell’utente “alice” e il gruppo in “users”, puoi utilizzare il comando:

sudo chown alice:users /mnt/mydrive

Come utilizzare unità esterne con Ubuntu Server

L’utilizzo di dispositivi di archiviazione esterni con Ubuntu Server è simile all’utilizzo con la versione desktop di Ubuntu, ma ci sono alcune differenze da tenere presente.

Per montare un dispositivo di archiviazione esterno su Ubuntu Server, è necessario seguire i passaggi descritti sopra per la versione desktop di Ubuntu. Tuttavia, poiché Ubuntu Server non viene fornito con un file manager grafico, dovrai montare il dispositivo utilizzando la riga di comando come discusso in “Metodo 2” sopra.

Dopo aver montato il dispositivo, puoi accedervi come qualsiasi altra directory sul server. Tuttavia, se desideri configurare i permessi per il dispositivo montato, dovrai utilizzare il comando “chmod”. Ciò consente di modificare le autorizzazioni per utenti o gruppi specifici e impostare le autorizzazioni di lettura, scrittura ed esecuzione.

Vale anche la pena notare che se prevedi di utilizzare regolarmente dispositivi di archiviazione esterni con Ubuntu Server, potresti prendere in considerazione l’automazione del processo di montaggio. Questo può essere fatto modificando il file “/etc/fstab”, che consente di specificare automaticamente le impostazioni per ogni dispositivo esterno che si desidera montare. Questo è stato discusso in “Metodo 3” sopra.

Conclusione

Questo post ti ha fornito una guida completa su come lavorare con dispositivi di archiviazione esterni su Ubuntu. Seguendo i passaggi sopra descritti, puoi montare e gestire facilmente i tuoi dispositivi di archiviazione esterni su Ubuntu, semplificando il trasferimento di file di grandi dimensioni tra computer, la condivisione di file con i colleghi e la sicurezza del backup dei tuoi dati importanti.


Ti e piaciuto questo articolo?
Supporta il mio lavoro, facendo una donazione!

Click to comment

Leave a Reply

Esegui l'accesso per Commentare

Di tendenza

Close Popup
Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione senza blocchi premi su Accetto, oppure continua tranquillamente la navigazione, nessun dato sulla tua navigazione verrà raccolto.
Close Popup
Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito Web e non possono essere disattivati nei nostri sistemi.

Cookie tecnici
Per utilizzare questo sito web usiamo i seguenti cookie tecnici necessari:
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec
  • swpm_session

Google Adsense
Usiamo la pubblicità di Google solo per mantenere attivi i nostro sito. Con ip anonimizzati.

Rifiuta tutti i Servizi
Save
Accetta tutti i Servizi