Connect with us

Linux

Come installare e configurare pCloud su Fedora


YPotresti aver sentito e utilizzato servizi cloud come DropBox, OneDrive, Google Drive, iCloud e molti altri. Questi sono già integrati in varie applicazioni come opzione di archiviazione cloud aggiuntiva. Tuttavia, un altro servizio cloud sembra prendere d’assalto il mercato grazie alle sue straordinarie funzionalità e piani. Questo è il servizio pCloud.

pCloud è un servizio di cloud storage dalla Svizzera e lanciato per la prima volta nel 2013. Si tratta di un’applicazione multipiattaforma con un client desktop disponibile per Windows, Linux, macOS, IOS e Android. Quando ti registri per la prima volta su pCloud, ti vengono forniti 10 GB di spazio di archiviazione completamente gratuiti. Una delle loro caratteristiche sorprendenti e competitive è la sicurezza implementata sui loro sistemi. Sono anche andati avanti per tenere una sfida pCloud Crypto che ha portato gli hacker di tutto il mondo a provare a violare la loro crittografia lato client, ma nessuno di loro ha avuto successo.

Per garantire l’affidabilità nella disponibilità dei dati, pCloud utilizza un’architettura di sistema distribuita. I dati di tutti gli utenti vengono distribuiti su cinque (5) server archiviati in posizioni diverse. Pertanto, quando un server si arresta, si è comunque certi della disponibilità dei dati. Per garantire la sicurezza dei dati in transito (dati trasmessi dal tuo dispositivo ai server pCloud e viceversa), pCloud utilizza i protocolli SSL / TLS (Secure Socket Layer e Transport layer security. Come la maggior parte dei servizi cloud disponibili, pCloud viene fornito con piani sia gratuiti che a pagamento. Come ci si aspetterebbe, quest’ultimo ha molte più funzionalità sorprendenti, incluso un piano a vita .

In precedenza, abbiamo esaminato come installare pCloud su varie distribuzioni Linux, tra cui Pop! _OS, sistema operativo elementare e Ubuntu. Questo post vedrà come installare pCloud e aggiungerlo alle applicazioni di avvio su Fedora. Immergiamoci!

Installazione di pCloud Desktop Client in Fedora

Per iniziare, scarica il file di installazione di pCloud dal link sottostante. Ricordati di selezionare la piattaforma che stai utilizzando (64 bit o 32 bit). Per gli amanti del terminale / console, puoi anche controllare il client della console pCloud. Inoltre, puoi scegliere di accedere al tuo account o registrarti per uno. Tuttavia, puoi saltare questo passaggio per dopo aver installato il client desktop.

Scarica pCloud

Dopo aver scaricato il file di installazione, avvia il Terminale e naviga dove è memorizzato. Se hai appena iniziato con Linux, assicurati di controllare i primi 20 comandi del terminale Linux per provare per un principiante.

Prima di tutto, dobbiamo rendere il file eseguibile. Esegui i comandi seguenti sul tuo terminale.

sudo chmod +x [file_name]
e.g
sudo chmod +x pcloud

File eseguibile di pCloud
File eseguibile di pCloud

Successivamente, dovremo eseguire il file di installazione in modo da poter procedere con l’installazione. Usa i comandi sottostanti.

sudo ./[file_name]
e.g
sudo ./pcloud

Avvia il file di installazione di pCloud
Avvia il file di installazione di pCloud

Dopo pochi secondi, vedrai apparire la finestra di login di pCloud Drive. Qui ti verrà richiesto di effettuare il login. Se non hai ancora un account, fai clic sul pulsante Registrati nella parte inferiore della finestra.

pCloud Drive
pCloud Drive

Al momento del login, succederanno due cose. Innanzitutto, verrà avviata la finestra di pCloud Drivemain. In secondo luogo, una nuova cartella chiamata “pCloudDrive” verrà aggiunta alla directory home. Parliamo un po ‘di questi due.

Cartella pCloudDrive nella home directory

La cartella pCloudDrive presente nella home directory contiene altre sottocartelle e file al suo interno. Includono My Music, My Pictures, My Videos, pCloud Backup e un pdf su come iniziare con il servizio pCloud. Puoi anche aggiungere molte altre cartelle come desideri.

Nota: È necessario conoscere la cartella pCloudDrive perché questa cartella non occupa spazio sul disco rigido / memoria locale. Consideralo come un filesystem remoto montato sulla tua home directory.

Puoi usarlo per visualizzare i file / cartelle che hai caricato sui server cloud di pCloud. Ad esempio, nell’immagine qui sotto, puoi vedere una cartella chiamata “Cartella di prova”. È una cartella che ho caricato su pCloud per il backup, ed è ora presente su pCloydDrive nella mia home directory. Quant’è fico? Puoi facilmente gestire e visualizzare tutti i file che hai caricato da qui.

Inoltre, puoi utilizzare questa cartella come autostrada di backup invece di passare attraverso l’applicazione pCloud Drive. Ad esempio, se ho delle immagini di cui voglio eseguire il backup, posso copiare e incollare l’immagine nella cartella Le mie immagini presente nella directory pCloudDrive.

pCloudDrive
pCloudDrive

Applicazione client pCloud Drive

L’applicazione pCloud Client ti consente di gestire il tuo account pCloud e include molte più funzioni e opzioni utili. Includono backup, gestione account, opzioni di sincronizzazione, condivisioni, opzioni di crittografia, impostazioni e persino un pulsante Guida.

Applicazione client pCloud
Applicazione client pCloud

Ad esempio, per eseguire la sincronizzazione (sincronizzando una cartella sulla macchina locale con lo spazio di archiviazione su pCloud), fare clic sul pulsante Pulsante di sincronizzazione -> Aggiungi nuova sincronizzazione. Seleziona quindi la cartella locale che desideri sincronizzare e scegli la cartella pCloud Drive da sincronizzare.

pCloud Sync
pCloud Sync

Per eseguire un’attività come il backup, fare clic sul pulsante Backup. Sono impressionato dalla funzione di sincronizzazione di pCloud. È molto affidabile e in tempo reale. Assicurati solo di avere una buona connessione a Internet.

Come aggiungere pCloud Drive alle applicazioni di avvio

Fino a questo punto, credo che pCloud sia installato e in esecuzione sul tuo sistema. Nella maggior parte dei sistemi operativi, dopo aver installato pCloud, viene automaticamente aggiunto all’elenco delle applicazioni di avvio. In ogni caso, questo non accade sul tuo sistema Fedora, non preoccuparti; segui i passaggi seguenti e scopri come aggiungere pCloud alle applicazioni di avvio di Fedora.

Per rendere il processo molto più semplice e veloce, utilizzeremo uno strumento chiamato Gnome Tweaks. Iniziamo.

Passaggio 1. Installa Gnome Tweaks con il comando seguente.

sudo dnf install gnome-tweaks

Passaggio 2. Una volta installato Gnome Tweaks, avviarlo dal menu delle applicazioni. Basta cercare “tweaks”.

Passaggio 3. Fare clic su Applicazioni di avvio a sinistra.

Applicazioni di avvio
Applicazioni di avvio

Passaggio 4. Nella finestra delle applicazioni di avvio, fare clic sul pulsante più (+). Si aprirà una piccola finestra e dovrai selezionare l’applicazione che desideri aggiungere. Scorri verso il basso e trova pCloud. In alternativa, puoi utilizzare il pulsante di ricerca. Al termine, fare clic sul pulsante Aggiungi.

Applicazioni di avvio di Gnome
Applicazioni di avvio di Gnome

Conclusione

Questo è tutto! pCloud è stato aggiunto con successo alle applicazioni di avvio su Fedora. Ora, quando riavvii il PC, pCloud si avvierà automaticamente senza problemi. Credo che questo post ti abbia fornito una procedura passo passo per installare pCloud e persino aggiungerlo alle applicazioni di avvio.


Ti e piaciuto questo articolo?
Supporta il mio lavoro, facendo una donazione!

Click to comment

Leave a Reply

Esegui l'accesso per Commentare

Di tendenza