Tl’attesa è finalmente finita (quasi) per tutti voi fan di Ubuntu là fuori. L’ultima versione di Ubuntu, 20.10 nome in codice “Groovy Gorilla”, è attualmente disponibile nella versione beta. Ho testato io stesso la distro ed è abbastanza stabile da poter essere tirata fuori per un giro.

Tuttavia, come nel caso di qualsiasi versione beta, non lo consiglio agli utenti regolari che intendono utilizzarlo sul proprio PC principale per un lavoro serio. Per questo, devi essere paziente e trattenere il respiro ancora un po ‘. L’uscita finale è prevista per il 22 ottobre 2020.

introduzione

Dopo il lancio di Ubuntu 20.04 LTS (supporto a lungo termine) ad aprile, Canonical ha rapidamente rivolto la propria attenzione alla prossima versione: Ubuntu 20.10 con nome in codice Groovy Gorilla. Sarà una versione regolare di Ubuntu o una versione STR (versione a breve termine) supportata per nove mesi.

Ciò tiene il passo con la tradizione di Ubuntu di rilasciare una versione di supporto a lungo termine (LTS) ogni due anni, completata da tre versioni STR rilasciate nel mezzo.

Quindi, con il suo rilascio imminente il 22 ottobre 2020, Ubuntu 20.10 riceverà supporto da Canonical fino a luglio 2021. Ciò include l’accesso a nuove versioni di app, correzioni di bug e patch di sicurezza.

Ora, a partire dal 1 ° ottobre 2020, è stata rilasciata la versione beta di Ubuntu 20.10. Quindi, se non riesci a tenere i tuoi cavalli per qualche altra settimana, sei libero di provare la versione beta.

Personalmente l’ho usato negli ultimi due giorni ed è ragionevolmente stabile. Sembra anche più scattante rispetto al suo predecessore, il che non è una sorpresa considerando che si concentrava principalmente sui miglioramenti delle prestazioni.

Detto questo, non ti farò aspettare con le formalità. So che sei venuto qui per fare un tour delle novità di Ubuntu 20.10 e ho messo insieme una lettura dettagliata che copre tutto ciò che devi sapere.

Quindi iniziamo:

Caratteristiche principali di Ubuntu 20.10 “Groovy Gorilla”

Innanzitutto, esaminiamo rapidamente i cambiamenti significativi e le nuove funzionalità introdotte con Ubuntu 20.10.

GNOME 3.38

Ubuntu 20.10 viene fornito con GNOME 3.38 out of the box, rilasciato il 16 settembre 2020. È un gradito aggiornamento su GNOME 3.34, che viene utilizzato in Ubuntu 20.04 per impostazione predefinita.

Verifica della versione di GNOME

Verifica della versione di GNOMEGNOME 3.38 porta molte caratteristiche e funzionalità eccellenti al tavolo. Ecco un elenco che ripercorre i più importanti:

  1. Migliore supporto delle impronte digitali
  2. Prevenzione intelligente del tracciamento web
  3. Mappe GNOME aggiornate con miglioramenti delle prestazioni e dell’interfaccia utente
  4. Un registratore di suoni e un’app per screenshot riprogettati
  5. Supporto per hotspot WiFi con codice QR
  6. Tonnellate di nuovi sfondi predefiniti
  7. Supporto delle cartelle nella griglia dell’applicazione
  8. Pulsante di riavvio aggiunto alla barra delle applicazioni
  9. Nuove icone per varie app
  10. Nuovi controlli parentali in Impostazioni

Oltre a questo, vedrai molte altre campane e fischietti. Abbiamo un articolo dettagliato che copre le migliori funzionalità di GNOME 3.38 se stai cercando maggiori informazioni.

Ora, come sai, Ubuntu non è noto per essere fornito con GNOME vanilla. In quanto tale, non otterrai l’esperienza autentica prevista dagli sviluppatori di GNOME. Parleremo di più della nuova interfaccia e dell’esperienza complessiva dell’utente finale in una sezione successiva.

Linux Kernel 5.8

Verifica della versione del kernel

Verifica della versione del kernelQuando è iniziato lo sviluppo per Ubuntu 20.10, era basato su Ubuntu 20.04 e utilizzava la stessa base del kernel: kernel Linux 5.4 LTS. Ma poi, Linus Torvalds ha rilasciato il kernel 5.8 di Linux a maggio, e tutti nella comunità Linux sospettavano che “Groovy Gorilla” sarebbe stato distribuito con esso.

Ora, dopo una lunga attesa, il kernel Linux 5.8 è apparso negli archivi di Ubuntu 20.10, e anche questo solo un mese fa. Ciò significa che la nuova iterazione della popolare distro Linux trarrà vantaggio dalla vasta gamma di funzionalità fornite con il nuovo kernel.

Alcune delle sue caratteristiche più importanti includono:

  1. Supporto per Thunderbolt ARM, noto anche come USB 4.0 – qualcosa per cui stavo facendo il tifo.
  2. Supporto per driver AMD Energy
  3. Supporto per il monitoraggio della temperatura della CPU per l’ultima serie AMD Renoir
  4. Supporto per AMD Renoi ACP Audio
  5. Supporto per AMDGPU TMZ (Trusted Memory Zone)
  6. Kernel Concurrency Sanitizer
  7. Opzione per potenziare CPPC (Collaborative Processor Performance Control) CPUFreq Driver
  8. Supporto per GPU Open Source Adreno 405/640/650
  9. Supporto per Shadow Call Stack e Branch Target Identification (BTI) per ARM64
  10. Miglioramenti per exFAT Driver

Se vuoi saperne di più su queste funzionalità, puoi controllare la nostra lettura dettagliata sulle nuove funzionalità disponibili nel kernel Linux 5.8. Questo dovrebbe darti un’idea delle capacità software e hardware ora disponibili grazie all’ultimo aggiornamento del kernel.

In poche parole, adottando il nuovo kernel Linux 5.8, la distro offrirà prestazioni molto migliori sui dispositivi alimentati da AMD, specialmente quelli che utilizzano l’ultima tecnologia AMD. Oltre a questo, il supporto Thunderbolt ARM sarà estremamente benvenuto nella comunità.

Recensione di Ubuntu 20.10: l’esperienza dell’utente finale

Ho testato la versione beta di Ubuntu 20.10 negli ultimi due giorni da quando è uscito. L’esperienza dell’utente finale sembra molto più reattiva, il che è impressionante, considerando che Ubuntu 20.04 era già una distribuzione scattante.

L’ho installato sul mio HDD, oltre che tramite VirtualBox. Inutile dire che l’installazione dell’HDD funziona senza problemi. Tuttavia, alcuni di voi potrebbero sapere che Ubuntu 20.04 soffre di balbettii occasionali e ritardo dell’interfaccia utente generale quando viene eseguito su VirtualBox senza installare l’ISO di Guest Additions.

Detto questo, Ubuntu 20.10 funziona in modo relativamente più fluido senza l’estensione VBox_GAs. Questa non è una misura oggettiva delle prestazioni, ma ho pensato che valesse la pena menzionarla. È comunque necessario installare l’ISO di Guest Additions per prestazioni ottimizzate su Virtual Box.

Ora passiamo dal fronte delle prestazioni alla grafica e all’estetica.

Volevo vedere un nuovo funky sfondo “Gorilla” “Grooving” con alcuni ritmi agghiaccianti. Ma immagino che dovremo aspettare fino al rilascio ufficiale poiché Ubuntu 20.10 viene fornito ancora con lo stesso felino che siamo abituati a vedere con “Focal Fossa” aka Ubuntu 20.04.

In effetti, a prima vista, la nuova versione sembra e sembra stranamente simile alla versione precedente, a meno che tu non sappia dove guardare. Come tale, per aiutarti, ho messo insieme un elenco delle caratteristiche più importanti e di qualità della vita aggiunte a Ubuntu 20.10 “Groovy Gorilla” che avranno il maggior impatto sugli utenti finali.

  • Supporto per Accesso tramite impronta digitale. Infine, lo scanner di impronte digitali sul mio laptop con Ubuntu è di qualsiasi utilità.
  • Un nuovo L’opzione “Riavvia” è stata aggiunta al menu di sistema.
Nuovo pulsante di riavvio

Nuovo pulsante di riavvio

  • Il La scheda Frequenti viene rimossa dalla griglia dell’applicazione.
  • Tu puoi ora creare cartelle all’interno della griglia dell’applicazione. Basta trascinare e rilasciare un’app su un’altra e creerà una cartella contenente i due. Puoi farlo per creare una cartella delle tue app “usate frequentemente”. Ogni cartella può contenere tutte le app che desideri e verrà automaticamente impaginata una volta popolata con più di nove app.
Creazione di cartelle

Creazione di cartelle

  • La capacità di muoversi e riorganizzare le icone nella griglia dell’applicazione. Ora puoi spostare le app e posizionarle ovunque sulla griglia e non torneranno automaticamente al loro ordine alfabetico.
  • Supporto per ridimensionamento in scala della griglia dell’applicazione. Ciò significa che tutte le tue app verranno visualizzate in modo appropriato sulla griglia dell’applicazione indipendentemente dalle dimensioni dello schermo. Non hai più a che fare con icone schiacciate, come accadeva nelle versioni precedenti di Ubuntu.
  • Possibilità di mostra la percentuale della batteria nella barra superiore. È accessibile tramite l’app Impostazioni.
  • Il L’opzione WiFi nell’app Impostazioni ora supporta il codice QR. Puoi usarlo per convertire il tuo laptop in un hotspot WiFi e condividere la password tramite il codice QR.
  • Supporto per Scorrimento del touchpad ad alta precisione in Firefox.
  • Il problema “Sfondo sfocato del desktop” è stato risolto. Ora sarai in grado di visualizzare le immagini di sfondo del desktop in tutto il suo splendore, senza alcuna catastrofe di pixel.

Inoltre, durante l’installazione di Ubuntu 20.10, mi sono affrettato a completare il processo perché ero così eccitato. Tuttavia, si scopre che ho perso una nuova funzionalità aggiunta a Ubiquity: il programma di installazione di Ubuntu. Ora hai supporto per Integrazione con Active Directory.

È più una funzionalità aziendale e non verrà utilizzata dagli utenti regolari.

Come eseguire l’aggiornamento a Ubuntu 20.10 “Groovy Gorilla”?

Devi eseguire l'accesso per continuare a leggere l'articolo. Si prega di Accedere. Non sei un membro? Registrati

Esegui l'accesso per Commentare