Please disable your adblock and script blockers to view this page
Connect with us

Linux

Come monitorare le prestazioni di Ubuntu utilizzando Netdata


Netdata è uno strumento gratuito e opensource per il monitoraggio e la risoluzione dei problemi in tempo reale per server cloud, container, applicazioni e infrastruttura IT on-premise. Fornisce metriche di sistema granulari e in tempo reale come prestazioni della CPU, utilizzo di RAM e disco e statistiche sulla larghezza di banda, per citarne alcuni.

Inoltre, Netdata fornisce anche visualizzazioni metriche interattive a cui è possibile accedere su un browser Web insieme ad allarmi intelligenti che aiutano nella risoluzione dei problemi di sistema.

La tecnologia e la popolarità all’avanguardia di Netdata le hanno fatto guadagnare un posto nel cloud di Forbes 100 stelle nascenti nel 2020, il che non è un’impresa da poco. In effetti, al momento della stesura di questa guida, ha ricevuto quasi 50.000 Stelle di GitHub.

Ci sono due modi che puoi usare per installare Netdata. Puoi subito eseguire uno script automatizzato su una shell BASH. Questo aggiorna i tuoi sistemi e avvia l’installazione di Netdata. In alternativa, puoi clonare il repository Git di Netdata e quindi eseguire lo script automatizzato. Il primo metodo è semplice e diretto ed è ciò su cui ci concentreremo in questa guida.

In questo articolo vedremo come installare Netdata sopra Ubuntu per monitorare il monitoraggio in tempo reale, delle prestazioni e dell’integrità di server e applicazioni.

Piattaforme supportate

Netdata supporta le seguenti distribuzioni LTS di Ubuntu:

  • Ubuntu 20.04
  • Ubuntu 18.04
  • Ubuntu 16.04

Come installare Netdata in Ubuntu Linux

Per iniziare l’installazione, esegui il comando seguente sul tuo terminale bash per scaricare ed eseguire lo script.

$ bash <(curl -Ss https://my-netdata.io/kickstart.sh)

Durante l’esecuzione dello script avviene quanto segue:

  • Lo script rileva automaticamente la distribuzione Linux, aggiorna l’elenco dei pacchetti e installa tutti i pacchetti software necessari.
  • L’ultima struttura ad albero dei sorgenti di netdata viene scaricata in /usr/src/netdata.git sentiero.
  • Lo script viene installato netdata eseguendo il ./netdata-installer.sh script dall’albero dei sorgenti.
  • Viene effettuato un aggiornamento a cron.daily per garantire che netdata viene aggiornato quotidianamente.
Installa Netdata in Ubuntu
Installa Netdata in Ubuntu

Mentre lo script viene eseguito, ti verranno forniti suggerimenti su come accedere Netdata su un browser e come gestirlo come file systemd servizio.

Accesso a Netdata in Ubuntu
Accesso a Netdata in Ubuntu

L’installazione richiede un po ‘di tempo, quindi attendi circa 10 minuti e torna indietro. Infine, otterrai l’output di seguito mentre lo script conclude l’installazione.

Riepilogo dell'installazione di Netdata
Riepilogo dell’installazione di Netdata

Una volta installato, avvia, abilita e verifica lo stato di Netdata come mostrato.

$ sudo systemctl start netdata
$ sudo systemctl enable netdata
$ sudo systemctl status netdata
Controlla Netdata Status
Controlla Netdata Status

Per impostazione predefinita, Netdata ascolta sulla porta 19999 e questo può essere confermato utilizzando il comando netstat come mostrato.

$ sudo netstat -pnltu | grep netdata
Controlla Netdata Port
Controlla Netdata Port

Se hai UFW in esecuzione, fare uno sforzo per aprire la porta 19999 in quanto ciò sarà richiesto durante l’accesso Netdata sul browser.

$ sudo ufw allow 19999/tcp
$ sudo ufw reload

Infine, per accedere Netdata, passa al tuo browser e sfoglia il seguente URL

http://server-ip:19999/

Questo è ciò che ti saluta una volta che navighi nell’URL. Infatti, ti renderai conto che non ti verrà richiesto di effettuare il login. Tutte le metriche del sistema verranno visualizzate come mostrato.

Netdata Ubuntu Server Monitoring
Netdata Ubuntu Server Monitoring

Puoi sfogliare vari grafici facendo clic sulle tue metriche preferite nella barra laterale destra della dashboard. Ad esempio, per controllare le statistiche dell’interfaccia di rete, fare clic sul pulsante “Interfacce di rete‘ opzione.

Netdata Controlla le statistiche di rete di Ubuntu
Netdata Controlla le statistiche di rete di Ubuntu

Protezione di Netdata con autenticazione di base su Ubuntu

Fino a questo punto chiunque può accedere al file Netdata dashboard e dai un’occhiata alle varie metriche di sistema. Ciò equivale a una violazione della sicurezza e vogliamo assolutamente evitarlo.

Con questo in mente, configureremo basic HTTP autenticazione. Dobbiamo installare il file apache2-utils pacchetto che fornisce l’estensione htpasswd programma che verrà utilizzato per configurare il nome utente e la password dell’utente. Inoltre, installeremo il server Web Nginx che fungerà da proxy inverso.

Per installare il Nginx server web e apache2-utils pacchetto esegue il comando.

$ sudo apt install nginx apache2-utils

Con Nginx e apache2-utils installato, creeremo un file di configurazione all’interno del /etc/nginx/conf.d directory. Tuttavia, sentiti libero di usare il file siti disponibili directory se stai usando Nginx per altri scopi oltre a Netdata.

$ sudo vim /etc/nginx/conf.d/default.conf

All’interno del file di configurazione, prima istruiremo Nginx per eseguire il proxy delle richieste in arrivo per il file Netdata pannello di controllo. Successivamente verranno aggiunti alcuni prompt di autenticazione di base che concedono solo agli utenti autorizzati l’accesso al file Netdata dashboard utilizzando l’autenticazione con nome utente / password.

Ecco l’intera configurazione. Ricordati di sostituire il file IP del server e example.com direttive con il proprio indirizzo IP del server e il nome del server.

upstream netdata-backend {
    server 127.0.0.1:19999;
    keepalive 64;
}

server {
    listen server_ip:80;
    server_name example.com;

    auth_basic "Authentication Required";
    auth_basic_user_file netdata-access;

    location / {
        proxy_set_header X-Forwarded-Host $host;
        proxy_set_header X-Forwarded-Server $host;
        proxy_set_header X-Forwarded-For $proxy_add_x_forwarded_for;
        proxy_pass http://netdata-backend;
        proxy_http_version 1.1;
        proxy_pass_request_headers on;
        proxy_set_header Connection "keep-alive";
        proxy_store off;
    }
}

Comprendiamo la configurazione, sezione per sezione.

Sezione 1:

upstream netdata-backend {
    server 127.0.0.1:19999;
    keepalive 64;
}

Abbiamo specificato un file a monte modulo chiamato netdata-backend che fa riferimento al server Web integrato di Netdata utilizzando l’estensione loopback indirizzo 127.0.0.1 e porto 19999 che è la porta predefinita su cui Netdata ascolta. Il keepalive La direttiva definisce il numero massimo di connessioni inattive che possono rimanere aperte.

Sezione 2:

server {
    listen server_ip:80;
    server_name example.com;

    auth_basic "Authentication Required";
    auth_basic_user_file netdata-access;

Questo è il principale Nginx sezione blocco server. La prima riga specifica l’indirizzo IP esterno che Nginx dovrebbe ascoltare quando i client inviano le loro richieste. Il nome del server la direttiva specifica il nome di dominio del server e ordina a Nginx di eseguire il blocco del server quando i client invocano il nome di dominio invece dell’indirizzo IP esterno.

Le ultime due righe indicano la semplice autenticazione HTTP che richiede all’utente di accedere utilizzando un nome utente e una password. Il auth_basic attiva il pop-up di nome utente / password sul browser con il “Autenticazione richiesta“Sul titolo che può essere successivamente personalizzato in base alle proprie preferenze.

Il auth_basic_user_file module punta al nome del file che conterrà il nome utente e la password dell’utente autorizzato ad accedere al dashboard di Netdata – In questo caso netdata-access. Creeremo questo file in seguito.

Sezione 3:

L’ultima sezione è il file Posizione blocco contenuto nel blocco server. Questo gestisce l’inoltro e l’inoltro delle richieste in arrivo al server web Nginx.

location / {
        proxy_set_header X-Forwarded-Host $host;
        proxy_set_header X-Forwarded-Server $host;
        proxy_set_header X-Forwarded-For $proxy_add_x_forwarded_for;
        proxy_pass http://netdata-backend;
        proxy_http_version 1.1;
        proxy_pass_request_headers on;
        proxy_set_header Connection "keep-alive";
        proxy_store off;
    }

Per l’autenticazione, creeremo un nome utente e una password per un utente chiamato tecmint usando il htpasswd utilità e memorizzare le credenziali all’interno del file netdata-access file.

$ sudo htpasswd -c /etc/nginx/netdata-access tecmint

Fornisci la password e confermala.

Abilita l'autenticazione di base per Netdata
Abilita l’autenticazione di base per Netdata

Quindi, riavvia il server Web Nginx per rendere effettive le modifiche.

$ sudo systemctl restart nginx

Per verificare se la configurazione è andata a buon fine, procedi e sfoglia l’indirizzo IP del tuo server

http://server-ip

Apparirà un pop-up di autenticazione come mostrato di seguito. Fornisci il tuo nome utente e password e premi ACCEDERE.

Accesso utente Netdata
Accesso utente Netdata

Successivamente, avrai accesso al file Netdata pannello di controllo.

Accedi a Netdata con l'autenticazione dell'utente
Accedi a Netdata con l’autenticazione dell’utente

Questo ci porta alla fine del nostro argomento di oggi. Hai appena imparato come installare il file Netdata strumento di monitoraggio e configurazione dell’autenticazione HTTP di base su Ubuntu. Sentiti libero di controllare altri grafici su varie metriche di sistema.


Ti e piaciuto questo articolo?
Supporta il mio lavoro, facendo una donazione!

Click to comment

Leave a Reply

Esegui l'accesso per Commentare

Di tendenza