In questa guida, discuteremo alcune delle popolari distribuzioni a rilascio progressivo. Se sei nuovo al concetto di rilascio progressivo, non preoccuparti. Un sistema a rilascio progressivo è una distribuzione Linux costantemente aggiornata in tutti gli aspetti: dai pacchetti software, all’ambiente desktop, al kernel. Le applicazioni vengono aggiornate e rilasciate su base continuativa, eliminando così la necessità di scaricare l’ultima ISO che sarebbe rappresentativa dell’ultima versione.

Diamo ora uno sguardo ad alcune delle migliori versioni in rotazione.

1. Arch Linux

Attualmente si trova al 15 ° posto in distrowatch Arch Linux, una versione a rotazione sviluppata in modo indipendente. È stato in costante sviluppo sin dal suo rilascio iniziale nel 2002 sotto le licenze GNU / GPL. Rispetto ad altre distribuzioni, Arch Linux non è per i deboli di cuore e si rivolge a utenti avanzati che preferiscono un approccio fai-da-te. Questo è esemplificato al meglio durante l’installazione in cui, oltre all’installazione di base, gli utenti possono personalizzarlo ulteriormente in base alle proprie esigenze, ad esempio installando una GUI.

Arch Linux
Arch Linux

Arco è sostenuto dai ricchi Arch User Repository (AUR) che è un repository guidato dalla comunità che contiene build di pacchetti – PKGBUILDs – che offre agli utenti la possibilità di compilare i pacchetti dai sorgenti e infine installarli utilizzando il gestore di pacchetti pacman.

Inoltre, il AUR consente agli utenti di contribuire con i loro pacchetti sviluppati in modo indipendente. Sebbene chiunque possa caricare o contribuire con i propri pacchetti, gli utenti attendibili hanno il compito di mantenere il repository e sorvegliare le build dei pacchetti caricate prima di essere rese disponibili agli utenti.

Arco è abbastanza stabile con prestazioni decenti data la sua confezione snella priva di qualsiasi software non necessario. A seconda dell’ambiente desktop scelto, le prestazioni possono variare. Ad esempio, un ambiente pesante come GNOME rischia di influire sulle prestazioni rispetto a un’alternativa più leggera come XFCE.

2. OpenSUSE TumbleWeed

Come forse già saprai, il progetto OpenSUSE fornisce 2 distribuzioni: Salto e Tumbleweed. OpenSUSE Tumbleweed è un rilascio progressivo diverso dalla sua controparte OpenSUSE Leap che è una versione regolare o una distribuzione a punti.

Tumbleweed è una distribuzione di sviluppo che viene fornita con gli ultimi aggiornamenti software ed è altamente raccomandata per sviluppatori e utenti che desiderano dare un contributo al progetto OpenSUSE. Rispetto al suo Salto controparte, non è così stabile e quindi non è l’ideale per gli ambienti di produzione.

OpenSUSE TumbleWeed
OpenSUSE TumbleWeed

Se sei un utente che cerca di avere i pacchetti software più recenti, incluso l’ultimo kernel, il Tumbleweed è il gusto preferito. Inoltre, farebbe appello anche agli sviluppatori di software che cercano di sfruttare al massimo gli ultimi IDE e stack di sviluppo.

A causa dei frequenti aggiornamenti del kernel, Tumbleweed non è consigliato per driver grafici di terze parti come Nvidia a meno che gli utenti non siano sufficientemente competenti nell’aggiornamento dei driver dalla fonte.

3. Solus

Formalmente conosciuto come Evolve OS, Solus è una versione mobile sviluppata in modo indipendente progettata per i computer domestici e da ufficio. Viene fornito con applicazioni per l’uso quotidiano come browser Firefox, Thunderbird e applicazioni multimediali come GNOME MPV. Gli utenti possono installare software aggiuntivo dal proprio Software Center.

Solus Linux
Solus Linux

Dal suo rilascio iniziale nel 2015, ha continuato ad essere uno dei preferiti tra gli utenti domestici con la sua ricca funzionalità predefinita Budgie desktop che fornisce un’interfaccia utente elegante ma semplice, tuttavia è possibile ottenerla in altre edizioni come ambienti MATE, KDE Plasma e GNOME.

Con Solus, eopkg è il gestore di pacchetti e una volta che ti sarai abituato, inizierai a prendere confidenza e l’esperienza sarà perfetta.

4. Manjaro

Manjaro è un derivato di Arch Linux che si rivolge ai principianti grazie alla sua stabilità e facilità d’uso. L’ultima versione, Manjaro 20.0.3 è disponibile in 3 ambienti desktop, ovvero KDE Plasma, XFCE e GNOME con KDE Plasma che è il preferito da molti utenti per la sua eleganza e versatilità. Per gli utenti che vogliono provare Arch, ma vogliono godere di un desktop intuitivo, ricco di funzionalità e personalizzabile, Manjaro è altamente raccomandato.

Manjaro Linux
Manjaro Linux

Immediatamente si ottiene una miriade di applicazioni per l’uso quotidiano e se ne possono installare anche altre, inclusi temi e widget, utilizzando il gestore di pacchetti pacman. Sentiti libero di provare anche altri ambienti desktop come MATE, Budgie, Enlightenment. Cinnamon, LXDE e Deepin per citarne alcuni.

5. Gentoo

Gentoo è ancora un altro rilascio progressivo potente e personalizzabile fino al kernel. A differenza di altre distribuzioni Linux opensource, è privo di software e strumenti preconfigurati per una migliore esperienza utente. Questo fatto lo rende piuttosto complicato e meno ideale per i principianti. Proprio come Arco, Gentoo fa appello di più agli utenti Linux esperti che vogliono realizzare tutto da zero.

Gentoo Linux
Gentoo Linux

Portage è il sistema di gestione dei pacchetti di Gentoo che è ancorato al sistema dei port utilizzato dai sistemi BSD. Gentoos è orgoglioso del suo repository che ha oltre 19.000 pacchetti disponibili per l’installazione.

6. Sabayon OS

Sabayon Linux è una distribuzione stabile basata su Gentoo che è adatta ai principianti grazie a una varietà di applicazioni predefinite che funzionano fuori dagli schemi. Tutti i componenti principali disponibili in Gentoo, inclusi gli strumenti di configurazione, funzionano perfettamente in Sabayon. Offre una IU piuttosto accattivante, è buono nel rilevamento dell’hardware e, una volta installato, tutto dovrebbe funzionare come previsto.

Sabayon Linux
Sabayon Linux

Sabayon è disponibile per il download come desktop, server (minimo) o come istanza virtuale come un’immagine Docker. Come altre distribuzioni, ha il proprio repository software e l’entropia è il suo sistema di gestione dei pacchetti. Sabayon è disponibile in molti ambienti X inclusi GNOME, KDE, XFCE, MATE e LXDE. Sabayon è disponibile sia per architetture a 32 bit che a 64 bit con immagini ARM rese disponibili anche per Raspberry Pi 2 e 3.

7. Endeavor OS

Endeavour OS è una versione rolling terminal-centric basata su Arco fornito con alcune applicazioni GUI come reflector auto, app di benvenuto e app di gestione del kernel. Sono disponibili 8 ambienti desktop da utilizzare con il sistema operativo Endeavor insieme alle app e ai widget più recenti per offrirti un’esperienza utente sana. Questi ambienti includono GNOME, XFCE, Deeping, KDE Plasma e Cinnamon.

Endeavor Linux OS
Endeavor Linux OS

Pacchetti Endeavour Sìì gestore di pacchetti per l’installazione, l’aggiornamento, la rimozione e l’esecuzione di altre funzioni di gestione dei pacchetti. Ad eccezione dell’app eos-welcome, reflector auto e dell’app kernel manager, tutti i pacchetti software vengono installati direttamente dai repository AUR o Arch. In tal modo, rimane il più vicino possibile ad Arch Linux.

8. Arco nero

Anche basato su Arco è Arco nero, un rilascio rotante per test di penetrazione che include oltre 2400 strumenti per condurre test di penetrazione e lavori forensi. La sua funzionalità è molto simile a quella delle sue controparti Kali Linux e ParrotOS. Come Arch Linux, il suo gestore di pacchetti predefinito è pacman, e l’ultima versione è disponibile solo a 64 bit.

Arco nero
Arco nero

9. Arch Labs

Arch Labs è una versione mobile basata su Arch che si ispira all’interfaccia utente di Bunsenlabs. Fornisce un Live CD che ti consente di provarlo prima di installarlo. Essendo un rilascio progressivo, questo ti dà la garanzia che i pacchetti più recenti saranno sempre disponibili per il download.

Arch Labs Linux
Arch Labs Linux

10. Reborn OS

Ancora un altro sapore basato su Arch nella nostra lista è Reborn OS, una distribuzione ad alte prestazioni e altamente personalizzabile che offre più di 15 ambienti desktop da installare. È facile da installare e offre supporto flatpak e l’opzione per installare Anbox, uno strumento opensource che ti consente di eseguire app e giochi Android su un ambiente Linux.

Reborn OS
Reborn OS

Questa guida si è concentrata su solo 10 distribuzioni di rilascio in sequenza, tuttavia, vorremmo riconoscere altre versioni di rilascio in sequenza come: Void Linux, Debian Unstable e ArcoLinux.

Esegui l'accesso per Commentare