Jitsi è un insieme di applicazioni di videoconferenza open source, completamente gratuite, sicure, facili da usare e multipiattaforma per web e mobile. È stabile e affidabile e funziona su Linux, Windows e Mac OS; Sistemi operativi mobili Android e iOS. Le due applicazioni centrali a Jtisi siamo Jitsi Videobridge e Jitsi Meet.

Jitsi Videobridge è un WebRTC server compatibile progettato per instradare flussi video tra i partecipanti a una conferenza e Jitsi Meet, a WebRTC applicazione JavaScript compatibile che utilizza Jitsi Videobridge per fornire videoconferenze scalabili e di alta qualità. Jitsi Meet è un’alternativa semplice, elegante e sicura a Ingrandisci, Skype, e Google Meet, che supporta tutti i browser comuni e anche i dispositivi mobili.

Le altre applicazioni come Focus sulla conferenza Jitsi, Jitsi Gateway to SIP, e Jibri Manage gestisce le sessioni multimediali tra ciascuno dei partecipanti e il videobridge, consente ai normali client SIP di unirsi Jitsi Meet conferenze e abilitare la registrazione e / o lo streaming a Jitsi Meet conferenza rispettivamente. Un altro importante strumento esterno a Jitsi è Prosodia, un XMPP server utilizzato per la segnalazione.

Ci sono molti aspetti di Jitsi che devi capire. Prima di tutto, se vuoi semplicemente avere una videoconferenza senza configurare alcuna infrastruttura, puoi semplicemente navigare su meet.jit.si e avere videoconferenze gratuite.

In secondo luogo, puoi ospitare da solo il tuo Jitsi server sulla tua infrastruttura, il che significa che puoi implementare una sicurezza aggiuntiva e avere un maggiore controllo sulle comunicazioni online. In terzo luogo, per gli sviluppatori, supporta l’integrazione nei prodotti esistenti per aggiungere funzionalità di videoconferenza.

 

Una delle caratteristiche principali di Jitsi è che puoi collegarlo al tuo calendario come Google Calendar e avvia conferenze direttamente dal tuo calendario.

In questo articolo imparerai come installare il Jitsi Meet Piattaforma di videoconferenza su un sistema GNU / Linux basato su Debian come:

  • Debian 10 (Buster) o versioni successive
  • Ubuntu 18.04 (Bionic Beaver) o versioni successive

Ambiente di installazione

Per questa guida, utilizziamo il seguente ambiente di test.

  • Nome del dominio: testprojects.me – un nome di dominio registrato.
  • IP del server: 45.77.30.208 – un VPS appena installato in esecuzione Ubuntu 20.04 con 2 GB di RAM.
  • Server web: Nginx con certificato SSL gratuito di Let’s Encrypt.

Passaggio 1: creazione di un record DNS di dominio per l’accesso a Jitsi Meet

1. Per cominciare, creeremo un DNS A record per l’accesso al file Jitsi Meet applicazione. Il nostro dominio di prova è testprojects.me, quindi dobbiamo creare un sottodominio, ad esempio, meet.testprojects.me per consentire ai membri del team di accedere Jitsi Meet tenere conferenze.

Andiamo alla console web del provider di servizi di registrazione del nome di dominio e accedi alle impostazioni avanzate del dominio, fai clic su Aggiungi nuovo record di tipo A e punta il record all’indirizzo IP pubblico del tuo server come mostrato nella seguente schermata.

Crea un record per il dominio in DNS
Crea un record per il dominio in DNS

Passaggio 2: installazione di Jitsi in Ubuntu Server

Devi eseguire l'accesso per continuare a leggere l'articolo. Si prega di Accedere. Non sei un membro? Registrati

Esegui l'accesso per Commentare