E gestione di pacchetti di installazione del software su sistemi Linux può essere molto imbarazzante, soprattutto per i neofiti (nuovi utenti di Linux), come diverse distribuzioni Linux usano tradizionali diversi sistemi di gestione dei pacchetti. La parte più sconcertante di tutto, nella maggior parte dei casi è il pacchetto di risoluzione delle dipendenze/gestione.

Per esempio, Debian e i suoi derivati come Ubuntu utilizzare .deb pacchetti gestiti utilizzando il pacchetto DPKG sistema di gestione e distribuzioni RHEL (Red Hat Enterprise Linux) uso della famiglia .rpm pacchetti gestiti utilizzando il pacchetto RPM sistema di gestione.

Negli ultimi anni, pacchetto di distribuzione e di gestione nell’ecosistema Linux non sono mai stato più lo stesso dopo l’aumento di universale o cross-distribuzione strumenti di gestione dei pacchetti. Questi strumenti consentono agli sviluppatori di pacchetto il loro software o applicazioni per più distribuzioni Linux, da un singolo generazione, il che rende facile per gli utenti di installare lo stesso pacchetto su più distribuzioni supportate.

In questo articolo, esamineremo i primi 3 open-source universale o croce-pacchetto di distribuzione di sistemi di gestione per Linux.

1. Batter d’occhio

Snap è una popolare applicazione open-source/formato di pacchetto e pacchetto sistema di gestione sviluppato da Canonica, i creatori di Ubuntu Linux. Molte distribuzioni Linux supportano ora scatta tra cui Ubuntu, Debian, Fedora, Arch Linux, Manjaroe CentOS/RHEL.

 

Un batter d’occhio l’applicazione è un cross-distribuzione applicazione in bundle con tutte le sue dipendenze (dipendenza-free) per una facile installazione su qualsiasi distribuzione Linux che supporta scatta. In un batter d’occhio può essere eseguito su un computer desktop, server, cloud, o IoT (Internet delle Cose).

Per creare o batter d’occhio un’applicazione, è possibile utilizzare snapcraftun quadro, e un potente strumento della riga di comando per la costruzione di snap. Per installare e usare gli snap in Linux richiede l’installazione di snapd (o snappy demone), un servizio in background che consente di sistemi Linux per lavorare con .snap i file. L’installazione vera e propria di scatto è fatto utilizzando lo snap strumento della riga di comando.

Perché corrono sotto un confinamento (diversi e configurabile confinamento livelli), scatta sono sicuro per impostazione predefinita. Importante, in un batter d’occhio che ha bisogno di accedere a una risorsa di sistema al di fuori del suo confinamento si avvale di un “interfaccia” che viene accuratamente selezionati dai batter d’occhio del creatore, basato sulla batter d’occhio le esigenze. Questo consente di eseguire applicazioni senza compromettere il sistema operativo di base è la stabilità e la flessibilità.

Inoltre, lo snap sistema di gestione dei pacchetti utilizza un concetto chiamato canali (che consiste di ed è suddiviso in tracce, rischio i livelli, e rami) per determinare il rilascio di un batter d’occhio è installato e registrate per gli aggiornamenti. Scatta anche l’aggiornamento automatico, un processo che è possibile gestire manualmente.

Per trovare e installare in un batter d’occhio, ricerca nel batter d’occhio store (un luogo dove gli sviluppatori possono condividere i loro scatti) o per saperne di più su di esso utilizzando le nostre guide:

2. FlatPak

Flatpak è un noto framework open source per la distribuzione di applicazioni desktop su distribuzioni Linux. Sviluppato da una comunità indipendente, Flatpak consente ad una singola applicazione costruita per essere installato ed eseguito su qualsiasi distribuzione Linux. Supporta un totale di 25 distribuzioni tra cui Fedora, Ubuntu, RHEL, CentOS, OpenSUSE, Arch Linuxe anche funzionare su Raspberry Pi.

Flatpak del runtime di fornire piattaforme di librerie comuni che un’applicazione può sfruttare. Tuttavia, significa anche che la rende estremamente facile per voi di avere il pieno controllo delle dipendenze, è possibile raggruppare le proprie librerie come parte della vostra applicazione.

Flatpak viene fornito con facile da usare strumenti di costruzione e offre un ambiente coerente (stesso attraverso dispositivi e simile a quello che gli utenti hanno già) per gli sviluppatori per creare e testare le proprie applicazioni.

Un aspetto utile di flatpak è avanti di compatibilità in cui la stessa flatpak può essere eseguito su diverse versioni della stessa distribuzione, comprese le versioni ancora essere rilasciato per gli sviluppatori. Inoltre, si sforza e continua ad essere compatibile con le nuove versioni delle distribuzioni Linux.

Se sei uno sviluppatore, è possibile rendere l’applicazione disponibile per gli utenti di Linux via Flathub, un servizio centralizzato per la distribuzione di applicazioni su tutte le distribuzioni.

3. AppImage

AppImage è anche un pacchetto open-source formato che consente agli sviluppatori di creare il pacchetto di un’applicazione che, una volta, che funziona su tutti i principali desktop Linux distribuzioni. A differenza del precedente pacchetto di formati, con AppImage, non c’è bisogno di installare un pacchetto. Basta scaricare l’applicazione che si intende utilizzare, renderlo eseguibile e lanciarlo, è semplicissimo. Supporta la maggior parte dei 32-bit e 64-bit di Linux desktop.

AppImage viene fornito con molti vantaggi. Per gli sviluppatori, che permette loro di raggiungere il maggior numero possibile di utenti, non importa la distribuzione e la versione Linux gli utenti sono in esecuzione. Per gli utenti non hanno bisogno di preoccuparsi di applicazione dipendenze come ogni AppImage viene fornito in bundle con tutte le sue dipendenze (una app = un file). Cercando nuove versioni delle applicazioni, è anche facile con AppImage.

Per gli amministratori di sistema che supporta un gran numero di sistemi desktop e, di norma, impedire agli utenti di installare applicazioni che potrebbero rompere sistemi, non hanno bisogno di preoccuparsi più. Con AppImageil sistema rimane intatto come gli utenti non devono installare applicazioni per la loro esecuzione.

Universale o croce-pacchetto di distribuzione formati sono la prossima generazione di tecnologie per la creazione e la distribuzione di software nell’ecosistema Linux. Tuttavia, i tradizionali sistemi di gestione dei pacchetti sono ancora in possesso della propria terra. Qual è il tuo pensiero? Condividi con noi tramite la sezione commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *